News - le ultime dal mondo CSA

Rinnovato il CCNL delle Cooperative Sociali

shaking-hands-3091908_1280

In data 26 gennaio 2024 Confcooperative Solidarietà, Legacoop Sociali, Agci Imprese Sociali unitamente a Fp Cgil, Fp Cisl, Fisascat Cisl, Uil Fpl e Uiltucs hanno raggiunto l’intesa per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per le lavoratrici ed i lavoratori delle Cooperative del Settore Socio-Sanitario-Assistenziale, Educativo e di Inserimento Lavorativo, applicato a Cooperativa Servizi Assistenziali e Cooperativa Sant’Anselmo.

Convenzionalmente il CCNL decorre dal 01/01/2023 ed avrà vigore fino al 31/12/2025.

Per quanto riguarda la parte economica le parti hanno convenuto di incrementare i minimi conglobati della retribuzione come segue:

  • 60,00 euro con la mensilità di febbraio 2024 al livello C1;
  • 30,00 euro con la mensilità di ottobre 2024 al livello C1;
  • 30,00 euro con la mensilità di ottobre 2025 al livello C1.

Per l’effetto, le nuove retribuzioni saranno come segue:

MinimiAumentoMinimiAumentoMinimiAumentoMinimiTOALE
Lival 01/2024dal 02/2024dal 02/2024dal 10/2024dal 10/2024dal 10/2025dal 10/2025AUMENTO
 
A11.254,6952,531.307,2226,321.333,5426,311.359,85105,16
A21.266,2153,161.319,3726,581.345,9526,581.372,53106,32
B11.325,2155,791.381,0027,891.408,8927,901.436,79111,58
C11.425,2160,001.485,2130,001.515,2130,001.545,21120,00
C21.467,9061,581.529,4830,791.560,2730,791.591,06123,16
C3-D11.511,2563,161.574,4131,581.605,9931,581.637,57126,32
D21.594,1566,841.660,9933,421.694,4133,421.727,83133,68
D3-E11.697,0471,051.768,0935,531.803,6235,531.839,15142,11
E21.831,7476,841.908,5838,421.947,0038,421.985,42153,68
F12.023,0784,742.107,8142,372.150,1842,362.192,54169,47
F22.310,4796,782.407,2548,422.455,6748,422.504,09193,62

 

Per quanto riguarda l’inquadramento del personale sono stati aggiunti dei profili al livello B1 (addetti servizi decoro delle comunità urbane, giardiniere, operaio agricolo qualificato, necroforo), al livello E2 (agronomo) e al livello D2 (referente operativo).

Per la tutela economica della maternità è prevista l’integrazione, a partire dal 01/01/2024, al 100% della normale retribuzione del trattamento assistenziale a carico degli enti competenti, limitatamente al periodo di astensione obbligatoria.

A partire dal 1 gennaio 2025 i lavoratori in forza matureranno la 14ma mensilità, che verrà corrisposta con le spettanze relative al mese di giugno di ogni anno, per un importo complessivo pari alla metà di una retribuzione mensile in vigore nel mese di corresponsione.

Tale importo va computato agli effetti del TFR e non spetterà per il periodo trascorso in aspettativa non retribuita, o in altra posizione di stato che comporti la sospensione dello stipendio.

Le parti si sono impegnate, in occasione del prossimo rinnovo contrattuale, a considerare prioritaria l’integrazione dell’importo per giungere ad una mensilità piena.

Infine, per quanto riguarda l’Assistenza Sanitaria Integrativa, il contributo a carico della cooperativa per ogni lavoratore sarà portato a 10 euro mensili con decorrenza 01/01/2025.

L’Ufficio Risorse Umane rimane a disposizione per ogni eventuale ulteriore chiarimento.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi Social