News - le ultime dal mondo CSA

Della stessa materia delle Parole

Segnaposto News

Una persona seduta davanti alla scrivania del suo ufficio scrive una frase sulla tastiera del proprio pc e preme invio, qualche secondo dopo questo pensiero sarà visibile in tutto il pianeta terra da molte persone, migliaia, in alcuni casi milioni.
Questo “miracolo” del web non previsto in natura è incredibilmente impattante sui pensieri, sulle azioni e quindi sulle vite degli uomini che hanno letto quel messaggio propagando la loro reazione alla notizia alle persone fisicamente vicine.
Presidenti a capo di intere nazioni, miliardari proprietari di compagnie internazionali comunicano con un semplice tweet a “popoli” che potran-no solo prendere atto della notizia comunicata.
Questo nuovo mondo di comunicazione si è inventato strumenti aggiuntivi per chiarire l’intenzione della frase scritta: le emoticon, le così dette faccine, sono le riproduzioni stilizzate delle espressioni facciali umane che esprimono un’emozione; un altro codice è l’uso del maiuscolo nelle conversazioni a schermo che significa urlare con tono di arroganza e prepotenza.

Quindi basta una frase ed un’emoticon per dire “come stai” a tutti i followers.
Ed è proprio per la potenza di questo tipo di nuova comunicazione che le parole vanno scelte con cura.
Le parole scritte nei Social, nelle E-mail, nei semplici messaggi di WhatsApp e in primis le parole indirizzate alle persone che ti circondano vanno scelte con cura perché dicono quello che siamo e cambiano l’energia di chi è stato investito da tale vibrazione.
Come tante “illuminazioni” anche la comunicazione può essere indirizzata a scopi positivi utili per la collettività; a tal proposito anche il Gruppo CSA ha deciso di investire e comunicare con i propri Soci tramite il portale per rendere più semplici i rapporti lavora-tivi e mediante i Social Media per diffondere i servizi e valorizzare le attività svolte dalla Cooperativa.

“Possiamo avere tutti i mezzi di comunicazione del mondo, ma niente, assolutamente niente, sostituisce lo sguardo dell’essere umano” Paolo Coelho

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi Social