News - le ultime dal mondo CSA

I buoni propositi di un anno che promette grandi traguardi

M5 0029

Ripartiamo per un nuovo anno con grinta, determinazione e con un bagaglio che si è ulteriormente arricchito di relazioni, confronti e spunti per il miglioramento.

Ripenso a quanti sguardi, nell’ultimo anno e soprattutto negli ultimi sei mesi di celebrazione dei nostri trent’anni, ho avuto la fortuna di incrociare, quanti volti nuovi ho conosciuto, quante mani ho potuto stringere e sempre di più mi sento onorata di rappresentare questo grande Gruppo e di collaborare con il Consiglio di Amministrazione fatto di persone competenti, ciascuno per il proprio settore. Sempre di più mi sento poi di voler condividere tanti momenti positivi con tutti i Soci che contribuiscono, con il loro apporto, alla nostra crescita.

Tutti gli anni, tra dicembre e gennaio, affermiamo di avere davanti un anno molto impegnativo. Ed è davvero così perché il contesto sociale, politico ed economico nel quale agiamo è in continua evoluzione e i bisogni delle persone sono, di fatto, sempre più diversi, sempre più urgenti, sempre più determinanti. Anche il 2024 ci metterà quindi di fronte a delle prove importanti che segneranno il nostro futuro. Alcune le conosciamo già: penso per esempio al rinnovo del CCNL delle Cooperative Sociali, all’avvio di due nuove Strutture, … Altre saranno situazioni certamente non preventivate alle quali saremo chiamati a far fronte stringendo i denti come sempre e facendo leva sulla forza del nostro Gruppo.

Abbiamo già fatto anche alcune scelte pensando al benessere dei fruitori dei servizi e delle loro famiglie piuttosto che al mero interesse aziendale. Tra queste, è giusto far presente che CSA si è impegnata nell’applicare un ridotto aumento delle rette dell’anno 2024 per gli Utenti delle Strutture per non gravare troppo sulle famiglie.

Siamo anche nell’anno in cui saremo chiamati ad esprimere la vera essenza dell’essere Socio votando il nostro Consiglio di Amministrazione che rimarrà in carica per i prossimi tre anni.

Tra gli impegni del nuovo anno, ne menzioniamo alcuni che sono particolarmente significativi.

  • Informatizzazione. L’inserimento del nuovo programma gestionale e l’ammodernamento degli strumenti informatici sta avvenendo secondo il programma preventivato. È un percorso molto complesso che stiamo affrontando gradualmente e con il coinvolgimento di tutti i Soci. È prevista l’introduzione di un nuovo sistema di archiviazione digitalizzata che permetterà di conservare e rendere consultabili i documenti in modo più facile, limitando l’uso della carta e delle stampe, e introducendo in modo progressivo flussi di lavoro digitalizzati per migliorare lo scambio di informazioni fra i colleghi e fra i centri operativi (sedi, strutture, magazzini, centri cottura, …). Contemporaneamente si sta lavorando per introdurre un nuovo strumento di pianificazione delle attività, di pianificazione delle risorse umane dedicate e di rendicontazione delle stesse; il tutto sempre in una logica di evitare duplicazioni di attività e di arrivare ad una rendicontazione veloce ed integrata sia per l’elaborazione delle presenze ai fini delle paghe sia per la fatturazione e rendicontazione del servizio al Cliente.

 

  • Impatto ambientale. Non solo l’evoluzione informatica genera una riduzione del danno ambientale, ma anche altre scelte che CSA sta portando avanti nella consapevolezza che esiste una responsabilità di cura verso l’ambiente che ci circonda e che vi sono, in particolare, alcuni fattori sui quali abbiamo il dovere di agire: la perdita di biodiversità, i cambiamenti climatici, l’inquinamento dell’aria e dell’acqua, il consumo eccessivo di risorse naturali, gli impatti sulla salute umana. Il benessere umano dipende direttamente dalla gestione di questi eventi. Pertanto, è fondamentale cercare di misurare, pianificare e ridurre al minimo qualsiasi attività che possa alterare l’equilibrio ecologico. Lo vediamo, per esempio, nelle scelte che si fanno per la gestione dei servizi di ristorazione, a partire dalla selezione dei fornitori, dalla scelta di materia prime biologiche, a filiera corta e a Km0 fino ai progetti di educazione alimentare nelle scuole per sensibilizzare fin da piccoli i bambini verso quegli accorgimenti che possono ridurre l’impatto ambientale: non sprecare il cibo, ridurre i consumi della luce, differenziare i rifiuti, ecc…

 

  • Intelligenza artificiale. Quando si parla di Intelligenza Artificiale, si pensa subito a tecnologie all’avanguardia, a robot in grado di comprendere e decidere le azioni da compiere e di un mondo futuristico in cui macchine e uomini convivono. In realtà, l’Intelligenza Artificiale e il suo utilizzo sono molto più reali di quanto si possa immaginare e vengono oggi utilizzati in diversi settori della vita quotidiana. Si tratta di utilizzi meno invasivi di quello che si pensa o di quanto viene mostrato spesso dai film di fantascienza. La nostra riflessione, per esempio, va nella direzione di adottare strategie che prevedano l’utilizzo dell’intelligenza artificiale nelle Strutture a beneficio della sicurezza degli Ospiti e del lavoro degli Operatori.

 

  • Inaugurazione delle Strutture Controvento di Borgo Virgilio (MN) e Centro Giovani Galiani di Mantova. Quest’anno, finalmente, avvieremo le attività presso il Centro per l’Infanzia e Adolescenza Controvento, che sta in questi giorni ultimando i lavori, e per il quale abbiamo ricevuto il sostegno della Fondazione Cariplo nell’ambito del Bando Provinciale Emblematici Maggiori e di Regione Lombardia con l’erogazione di € 1.000.000,00 finalizzati alle spese di ristrutturazione dell’esistente, che diverrà Centro Diurno e spazio ambulatoriale, e di costruzione della nuova Struttura destinata invece a Comunità terapeutica residenziale.

È ormai in fase di chiusura anche il cantiere edilizio che ha visto la ristrutturazione della vecchia sede di CSA in Via Galiani divenuta un Centro Giovani che lavorerà prevalentemente, in collaborazione con ASST Mantova, sulla prevenzione del disagio giovanile.

 

  • Anche la costruzione del nuovo Centro Servizi Ca’ dei Nonni ad Albaredo d’Adige sta giungendo a compimento. Contiamo nell’arco di pochi mesi di inaugurare la Struttura e trasferire gli Ospiti che in questi anni hanno trovato alloggio presso l’Ospedale di Zevio. Proprio in questo numero di CSA News troverete un articolo dedicato allo stato di avanzamento dei lavori.

 

  • #csaontheroad. L’esperienza positiva di raggiungere le Strutture in gestione CSA e condividere momenti di riflessione con i Soci che vi operano, e anche momenti di svago, proseguirà per tutto l’anno. Il tema del senso di appartenenza, in una Cooperativa così grande e dislocata geograficamente, è sempre un tema critico che non ci stanchiamo mai di affrontare e per il quale agiamo determinate scelte piuttosto che altre. Penso, per esempio, a quanto stiamo investendo anche nella comunicazione per mantenere un canale di informazione il più possibile diretto e immediato.

Avremo certamente mesi intensi di lavoro davanti a noi, a tutti i livelli. Cerchiamo di affrontarli con fiducia e non sentendosi mai soli, chiedendo aiuto quando si è in difficoltà, partecipando attivamente e in modo costruttivo ai momenti di confronto, con la voglia di crescere, per noi stessi e per i propri colleghi.

A tutti voi, un sincero buon 2024.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi Social