News - le ultime dal mondo CSA

Presentazione pubblica del progetto Controvento

Immagine WhatsApp 2024-02-19 ore 10.56.55_5022e8c3

Il 12 febbraio, presso l’Auditorium del Conservatorio di Mantova, sono stati presentati gli otto progetti emblematici per il territorio mantovano, tra i quali il nostro progetto Controvento.

Ciascun Ente beneficiario del contributo di Fondazione Cariplo ha racconto il proprio progetto ai presenti: due ore dedicate all’impegno sociale e alle attività culturali in avvio nella Provincia di Mantova. Sono intervenuti, oltre alle Associazioni beneficiarie di contributo, Carlo Bottani, Presidente della Provincia di Mantova, Giovanni Azzone, Presidente Fondazione Cariplo, Carlo Zanetti, Presidente della Fondazione Comunità Mantovana, Mattia Palazzi, Sindaco di Mantova e Alessandro Beduschi, Assessore Regionale all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste.

Il nostro progetto, in particolare, è stato raccontato dalla Presidente Alessia Sarzi e dalla sottoscritta in qualità di Responsabile di Progetto e Responsabile Area Educativa e Riabilitativa. Siamo partite dall’analisi del bisogno del territorio evidenziando che tra il 2019 e il 2022 sono stati circa 7.215 i minori che hanno effettuato un primo accesso in NPIA. Si stima, inoltre, che nel 2023 i minori certificati frequentanti le scuole dalla primaria alla secondaria siano ben il 38% (disabilità grave, disturbi dello spettro autistico, ADHD, DOP, disturbi dell’umore, disturbi del comportamento, disturbi specifici dell’apprendimento).

Sono dati che evidenziano la serietà del problema e la necessità di fornire maggiore supporto. Ad oggi, infatti, a parte quella pubblica, non c’è una risposta di neuropsichiatria infantile nel territorio.

La mancanza di risposte di neuropsichiatria a livello residenziale, semiresidenziale e ambulatoriale porta a collocazioni non adeguate, lunghe attese, mancate risposte o comunque distanti dagli ambienti di vita. Nasce da qui la volontà di CSA di affrontare concretamente la questione, consapevole della complessità di un tale progetto e degli investimenti conseguenti, ma potendo contare d’altra parte su alcuni elementi fondamentali: il radicamento territoriale, l’impegno nello sviluppo di progettualità innovative e complesse, l’esperienza nella gestione di servizi e strutture articolate, la capacità di fare rete con istituzioni e servizi.

CONTROVENTO è un Centro Polifunzionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, che si rivolge a minori con patologie psichiatriche, problemi di comportamento personale e sociale, disturbi del neurosviluppo. Offrirà trattamenti clinici e riabilitativi orientati al benessere bio-psico-sociale della persona nel percorso di crescita e agirà in stretta collaborazione con il DSM di ASST Mantova e ATS Val Padana. Infatti, fondamentali e basi di partenza sono stati l’accordo con il Comune di Borgo Virgilio e l’avvallo di ATS Val Padana e ASST Mantova.

Controvento, che comprende due edifici, si articola in realtà in tre servizi:

  • Comunità Terapeutica Riabilitativa – 10 posti (Edificio B)
  • Servizio Semiresidenziale Terapeutico e Riabilitativo – 20 posti (Edificio A – Piano Primo)
  • Polo Territoriale/Poliambulatorio Integrato (Edificio A – Piano Terra)

La Comunità Terapeutica Riabilitativa si configura come un’unità d’offerta residenziale afferente al Sistema Sanitario Regionale, l’obiettivo del quale è: la promozione della cura, della recovery, l’abilitazione, la riabilitazione psicosociale, il reinserimento sociale, il miglioramento della qualità della vita, lo sviluppo personale e l’inclusione del minore. Il servizio potrà ospitare fino a 10 minori e sarà funzionante 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Il Centro Diurno si configura come un’unità d’offerta semi residenziale terapeutica riabilitativa afferente al Sistema Sanitario Regionale, l’obiettivo del quale è: la promozione della cura, della recovery, l’abilitazione, la riabilitazione psicosociale, il reinserimento sociale, il miglioramento della qualità della vita, lo sviluppo personale e l’inclusione del minore.

Viene attivata, inoltre, un’unità d’offerta ambulatoriale per minori e adolescenti con patologie psichiatriche e per minori con Disturbi del Neuro sviluppo. L’U.O. è gestita da un’équipe multiprofessionale in grado di fornire risposte multidisciplinari ed integrate. L’U.O. ambulatoriale si articolerà in:

  • Centro Multiservizio Territoriale per il trattamento e la presa in carico di Persone con Disturbi dello Spettro Autistico, a basso, medio ed alto bisogno di sostegno, dall’età evolutiva, nelle fasi di transizione e in età adulta.
  • Centro per i Disturbi Specifici dell’Apprendimento DSA e per il trattamento dei disturbi del Neurosviluppo.

Il Contributo di Fondazione Cariplo, unitamente, a Regione Lombardia, di € 1.000.000,00, ci facilita notevolmente nelle spese destinate alla ristrutturazione dell’Edificio A, ex Scuole di Romanore, e nella costruzione del nuovo Edificio B destinato alla Comunità e quindi rispondente ai requisiti strutturali definiti dalle Linee Guida di Regione Lombardia.

Complessivamente il progetto iniziale, solo per la parte edile e impiantistica, prevedeva un investimento di € 2.800.000,00. Oggi che i lavori sono ormai completati, possiamo confermare che abbiamo ampiamente superato l’investimento previsto.

Gli altri progetti finanziati sul territorio mantovano sono stati i seguenti:

  • “Visitare la Storia. Esplora il Museo diffuso del Risorgimento 2.0” della Provincia di Mantova, un programma di interventi per una dotazione di infrastrutture culturali a garanzia dell’accessibilità e della fruizione dei beni risorgimentali;
  • “La musica che gira intorno” dell’Associazione J.Pastorius di Castel Goffredo, con la finalità di avvicinare bambini e adulti alla fruizione culturale, facendo leva sul potenziale della musica come linguaggio universale in grado di favorire benessere e inclusione sociale.
  • “Ti Porto in Quercia” della Cooperativa Sociale La Quercia, con l’obiettivo di riqualificare un immobile per trasferivi i due servizi attualmente attivi e gestiti dalla Cooperativa ovvero il C.S.E.2puntozero di Porto Mantovano e il Servizio di Formazione all’Autonomia (SFA) di Mantova.
  • “Percorsi Culturali tra Arte, Fede e Cultura – Recupero, valorizzazione e inclusività del patrimonio ecclesiastico diocesano” dell’Ente Diocesi di Mantova che prevede una serie di interventi di manutenzione, restauro e valorizzazione su alcuni edifici religiosi della città di Mantova.
  • “Laboratori per le transizioni e l’occupabilità” della Camera di Commercio di Mantova, con l’obiettivo di costruire percorsi formativi innovativi per favorire una maggiore diffusione di conoscenze digitali e supportare i giovani nella transizione verso ulteriori studi e al lavoro.
  • “Implementazione Residenziale per persone Disabili” di Cooperativa sociale Bucaneve, focalizzato sull’ampliamento dell’attuale Centro Integrato.
  • Fondazione Casa del Sole – Vittorina Gementi di Curtatone per la realizzazione del Nuovo Centro Diurno Disabili Casa del Sole.

Pubblicamente ringraziamo ancora la Fondazione Cariplo e Regione Lombardia, per aver deciso di sostenere il progetto Controvento riconoscendone il valore sociale e socio-sanitario e considerandolo effettivamente un progetto particolarmente emblematico per il nostro territorio.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi Social

CSA NEWS
CSA News – Luglio 2024
Leggi qui l’ultimo numero
LE ULTIME NEWS