News - le ultime dal mondo CSA

UBUNTU EP. 1 IO SONO PERCHÉ NOI SIAMO Workshop & Live di Musica dal Mondo

Kasilama©Laila Pozzo15 Med

In Africa con il termine Ubuntu ci si riferisce alla filosofia sub-Sahariana che si focalizza sulla lealtà, sulle relazioni reciproche delle persone e descrive l’importanza della comunità come essenziale dove “una persona è una persona attraverso le altre persone”. Proprio da qui nasce il concetto “io sono perché noi siamo”.

Da questa idea del noi il 2 dicembre 2023 si è concretizzato il primo “episodio” di Ubuntu – Workshop & Live di Musica dal Mondo – ospitato nella sede della neonata Associazione di Promozione Sociale Fosbury di Vicolo S. Crispino n. 22 A – Mantova, un laboratorio con live organizzato dal S.A.I. Sistema Accoglienza Integrazione proposto all’interno delle attività di integrazione per i Beneficiari di Progetto aperto a tutti.

Gli artisti di questo primo appuntamento sono stati gli Abdu Buda Marconi un trio di musicisti meravigliosi che hanno incantato il pubblico con la loro World Music. Ma oltre alla musica, abbiamo parlato anche di incontro umano, di storie e di persone: con Ashti Abdo in primis, lui venuto dal Kurdistan, siriano, testimone di una storia e di una cultura che ancora oggi lotta per esistere, con Manuel Buda, ebreo milanese di origini miste, legate ai Sefarditi Livornesi, a Roma e alla Calabria e con Fabio Marconi, milanese, famelico ricercatore e interprete di musiche popolari d’Italia e del mondo.

 

Una giornata di integrazione che ha avuto inizio con il laboratorio musicale che ha coinvolto oltre che ai Beneficiari di Progetto, persone completamente diverse che si sono presentate come uno studente di pianoforte, un insegnante di chitarra, una scrittrice e altri partecipanti uniti dalla curiosità di apprendere e di condividere un momento di formazione dal sapore internazionale considerando i presenti provenienti da Marocco, Spagna, Ucraina, Egitto, Afghanistan e Bangladesh.

Un laboratorio partecipato e inclusivo che ha fatto suonare i partecipanti, ognuno con un strumento, che si è concluso con un avvolgente canto corale e un Live magnifico che è finito con un grande applauso e soprattutto molti abbracci.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi Social