News - le ultime dal mondo CSA

Lavoro, Comunità, Futuro

Delegazione ConfMN

Nelle giornate del 08 e 09 maggio si è svolta a Roma l’Assemblea Nazionale di Confcooperative che ha confermato alla Presidenza Maurizio Gardini.

Tanti gli interventi istituzionali, tra i quali anche il contributo del Presidente della Repubblica Mattarella, gli stimoli e le riflessioni, caratterizzate da 84 interventi di Soci Cooperatori, sintomo di un esercizio di democrazia unico nel suo genere.

Confcooperative è di gran lunga l’Organizzazione più grande con 17.000 cooperative, 3 milioni e 200 mila Soci ed un fatturato di 76 miliardi, che rappresenta il 4% del PIL italiano.

Si tratta, dunque, di un patrimonio da tutelare e da sviluppare nella direzione del benessere per le comunità e bene comune per l’Italia.

 

Il tema del lavoro deve essere interpretato tenendo conto delle posizioni e dei cambiamenti che ci sono. Transizione, mancanza di manodopera, crisi demografica, carente formazione del personale.

C’è necessita di politiche attive per il lavoro che immettano nel mercato i giovani, di un nuovo patto per il lavoro che riguardi sicurezza, retribuzione giusta – che si contrapponga al concetto del salario minimo -, contrattazione, welfare, partecipazione dei lavoratori sono gli ingredienti necessari ai tempi che stanno cambiando.

Si è altresì sentita la necessità di aprire nuovi orizzonti, di avere la voglia di crescere per superare le difficoltà di questi tempi, di mettersi in discussione, di essere aperti a nuove visioni investendo in maniera crescente in quantità e qualità sulla preparazione del gruppo dirigente, per essere adeguati e pronti ai cambiamenti.

È stato affrontato il rinnovo del contratto nazionale di lavoro delle Cooperative Sociali con la consapevolezza che l’obiettivo centrale è la valorizzazione del lavoro dei soci e la qualificazione dei servizi offerti ogni giorno a milioni di persone e comunità.

È stato dedicato molto tempo al nuovo Codice degli Appalti, con l’obiettivo di riqualificare il rapporto che lega la Pubblica Amministrazione con i lavori ed i servizi offerti dalle cooperative, attraverso le stazioni appaltanti, per continuare a garantire lavoro e salari giusti per i propri soci e servizi di qualità.

I dati forniti dall’Ufficio Studi dimostrano che, in un contesto di flessione generalizzata dalle cooperative sul territorio nazionale, si registra un incremento dell’economia cooperativa al femminile, ed il Gruppo CSA è fedele specchio di questi risultati.

Lavoro, Comunità e Futuro è stato il titolo dato all’Assemblea e non è un’improvvisazione, bensì un messaggio forte e chiaro: il lavoro per e nelle comunità è futuro.

E non è un caso che la Costituzione ricordi che la nostra è una Repubblica fondata sul lavoro e, in un altro articolo successivo, ribadisca la funzione sociale della cooperazione.

Le cooperative interpretano la responsabilità di questo binomio costituzionale visionario, segno di una mentalità generosa e di una costruzione attenta di futuro.

Ti è piaciuto questo articolo?
Condividilo sui tuoi Social

CSA NEWS
CSA News – Maggio 2024
Leggi qui l’ultimo numero
LE ULTIME NEWS